Pensare insieme il progetto di vita su misura per i nostri figli con disabilità

La Fondazione Oltre Noi ONLUS, con il Patrocinio della Fondazione Ca.Ri.Vit. e del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, e con la collaborazione della Banca di Viterbo Credito Cooperativo, della Fondazione Idea Vita di Milano, della Cooperativa Sociale “AliceNova” e della Cooperativa Sociale Integrata “Gli Anni in Tasca”, organizza nei mesi di aprile e maggio degli incontri di formazione rivolti a famiglie ed operatori e finalizzati a promuovere momenti di confronto e di accompagnamento attivo verso progetti di vita indipendente per i propri figli con disabilità.

Riteniamo infatti che la famiglia possa e debba essere protagonista nel costruire il Progetto di vita per il proprio figlio, rispettandone inclinazioni e aspirazioni. Se i percorsi di autonomia si avviano quando ancora la famiglia ha la possibilità di partecipare attivamente alla esperienza del proprio figlio, si realizza la condizione ottimale perché la persona fragile possa trovare la strada a lei più adeguata e la soluzione residenziale più appropriata. Insieme alla rete dei servizi e degli operatori che si occupano a vario titolo della persona con disabilità, la famiglia deve contribuire a ipotizzare un percorso di vita indipendente e ad adeguarlo, nel tempo, all’evolvere delle situazioni.

Per rispondere agli interrogativi che le famiglie esprimono ed alle angosce connesse, la Fondazione Idea Vita di Milano ha individuato l’azione di Monitoraggio per la capacità di mettere in rete e far dialogare tra loro famigliari, operatori e i diversi soggetti significativi per la vita delle persone. Questo progetto intende approfondire questa esperienza per poter comprendere insieme quali modalità e percorsi possono essere tradotti nella nostra esperienza a Viterbo.

Il progetto è rivolto a distinti gruppi di portatori d’interesse:

  • le persone con disabilità, i genitori, i fratelli e le sorelle, da individuare tra i Soci delle Associazioni che compongono la Fondazione, ma anche tra le realtà associative esterne;
  • gli operatori che per formazione personale e professionale, potrebbero poi in futuro svolgere l’attività di monitoraggio all’interno della Fondazione.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • coinvolgere gli stakeholder: i genitori, i fratelli e le sorelle e gli operatori;
  • creare momenti di confronto, di formazione di progettazione;
  • approfondire la conoscenza sugli strumenti che permettono la realizzazione di un Progetto di Vita;
  • conoscere e sperimentare l’azione di Monitoraggio a partire dall’esperienza della Fondazione Idea Vita.

Gli incontri si svolgeranno nei giorni 6 e 7 aprile, e 11 e 12 maggio, secondo il programma allegato.

Considerata la limitata capienza della Sala, si invitano tutti gli interessati a prenotarsi, utilizzando i contatti in calce alla locandina, presso cui potranno essere richieste anche ulteriori informazioni.

 

Scarica il programma delle attività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *