Carta valori

CARTA DEI VALORI DELLA FONDAZIONE

PREMESSA

DOPO DI NOI”: è una espressione semplice e rapida che descrive un momento particolarmente delicato nella vita di una persona disabile. Quello in cui non può più ricevere il sostegno della propria famiglia che fino a quel momento lo ha aiutato ad affrontare ogni tipo di difficoltà.

Sono tanti i pensieri che attraversano la mente di un genitore di un disabile che sa di non avere parenti che potranno sostituirlo quando non ci sarà più; o di un genitore ormai anziano che sente di non avere più energie per occuparsi del proprio figlio; o dei fratelli e delle sorelle che, seppur presenti, per scelte personali o lavorative, non sono in grado di farsi carico di un tale impegno. Si tratta di pensieri comuni che generano una serie di interrogativi, spesso angosciosi.

Senza dubbio il più ricorrente è: “Chi si occuperà dei nostri figli quando noi non ci saremo più”?

La Fondazione Oltre Noi ONLUS nasce con lo scopo di dare risposte a questi interrogativi, facendo un ulteriore salto in avanti: “Oltre Noi” inteso come “tutto quello che verrà dopo di noi”, ma anche come “tutto ciò che esiste oltre a noi”, nella convinzione che l’obiettivo giornaliero deve essere quello di dare voce ai diretti interessati, alle loro aspettative, ai loro sogni, alle loro speranze.
Un inclusione quindi partecipata, propositiva, più del “lavoriamo insieme” che del “ci pensiamo noi”.

LA NOSTRA VISIONE

Sviluppare la nostra identità e presenza nel quadro degli interventi socio-sanitari e socio-assistenziali che vengono sviluppati nel territorio a favore delle persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale, stabilendo opportune forme di collaborazione con le Istituzioni aventi analoghe finalità, e privilegiando il rapporto con le organizzazioni di Volontariato operanti sul territorio.

LA NOSTRA MISSIONE

Promuovere e realizzare una piena inclusione sociale delle persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale.

Garantire nel tempo aiuto e supporto nei confronti dei familiari di persone con disabilità, affiancandoli nelle diverse necessità che si presentano per costruire un oggi e un domani sereno per i loro congiunti.

Mantenere un ruolo di tutela e assistenza nei confronti della persona disabile: il suo benessere e qualità di vita potranno essere osservati, verificati e difesi nel tempo, garantendo l’esercizio di una consapevole e qualificata funzione genitoriale per tutta la sua vita, anche dopo il venir meno degli stessi familiari.

I NOSTRI OBIETTIVI NELLA DIMENSIONE DELL’ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA E DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE

Crediamo che la solidarietà sociale debba caratterizzare l’appartenenza di ogni membro alla Fondazione.

Riteniamo obiettivo prioritario prevenire la istituzionalizzazione di persone con disabilità, offrendo un contributo importante al miglioramento della qualità di vita e del loro benessere, dedicando particolare attenzione alla realizzazione di condizioni di inclusione sociale, lavorativa e scolastica, e alla possibilità di condurre una vita indipendente e all’interno della comunità.

Vogliamo promuovere la deistituzionalizzazione per tutte le persone con disabilità per le quali ciò sia possibile.

Vogliamo migliorare la qualità di vita all’interno delle istituzioni, rendendole il più possibile a misura di persona e a dimensione familiare, come espressione di estrema attenzione a tutte quelle situazioni di persone con disabilità per le quali non si riesce ad escludere il ricovero in istituzioni residenziali, in ragione dei loro speciali bisogni di supporto.

Ci impegniamo a provvedere al benessere e alla tutela delle persone con disabilità collaborando/sostenendo con/le politiche socio-sanitarie di intervento dei Comuni della Provincia di Viterbo e di altre realtà pubbliche e private a favore delle persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale per il miglioramento della loro qualità di vita, con particolare attenzione ai servizi residenziali o comunque sostitutivi della famiglia.

Riteniamo necessario favorire, in attuazione dell’art.7, para 2. subpara f) dello Statuto della Regione Lazio, nel rispetto delle specifiche esigenze delle singole persone disabili, lo sviluppo di una rete di servizi residenziali e semi residenziali che rispondano a criteri di molteplicità e diversità di tipologie collocate in un continuum che vada da strutture che offrano programmi di bassa intensità sanitaria e prevalente assistenza socio-educativa fino a strutture in grado di offrire programmi ad alta intensità di assistenza sanitaria e sociosanitaria dove le persone con disabilità siano stimolate ad acquisire il massimo grado di autonomia possibile e sia garantita loro un’alta qualità della vita.

Ci impegniamo a promuovere iniziative per avviare e sostenere processi di integrazione che valorizzino, per le persone con disabilità, tutte le possibili attività riabilitative, socio-sanitarie, educative, formative, occupazionali, culturali, sportive, e sociali in genere.

Vogliamo assicurare con ogni iniziativa e con la realizzazione di progetti una sempre maggiore disponibilità ed esigibilità dei diritti individuali, così come enunciati dalla “Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità” del 2006, e da tutti i documenti, nazionali ed internazionali, che, successivamente, potranno ampliare, specificare, articolare e chiarificare i contenuti della Convenzione.

I NOSTRI OBIETTIVI NELLA DIMENSIONE TECNICO-SCIENTIFICA

Pensiamo che la ricerca debba essere fattore integrante e costitutivo della nostra attività.

Riteniamo che l’eccellenza tecnico-scientifica sia un obiettivo perseguibile in tutte le attività e a tutti i livelli; ciascuno nel suo specifico professionale deve migliorare e migliorarsi costantemente. In tal senso Sosteniamo la formazione di operatori specializzati chiamati ad operare nelle strutture.

Vogliamo favorire la conoscenza e l’informazione su documenti di livello regionale, nazionale ed internazionale relativa all’assistenza e alla tutela delle persone con disabilità.

Assicuriamo la presenza attiva di gruppi di “esperti” in grado di contribuire sia alla predisposizione di progetti, sia all’analisi di progetti già predisposti e presentati agli organi della Fondazione per la approvazione.

Ci impegniamo a sviluppare tra i membri della Fondazione la cultura dell’innovazione, attraverso la diffusione a tutti i livelli delle appropriate capacità e conoscenze.

I NOSTRI OBIETTIVI NELLA DIMENSIONE ORGANIZZATIVA GESTIONALE

Crediamo che al centro del funzionamento della Fondazione ci debbano essere I Fondatori Promotori, in quanto portatori del pensiero e delle esigenze delle persone con disabilità e dei loro familiari (intese sia come singoli familiari – coniuge, parenti e affini entro il quarto grado – ma anche come tutori, amministratori di sostegno, delegati dei familiari, associazioni di familiari, associazioni di tutela, ecc.).

Riteniamo necessario assicurare ai familiari di persone con disabilità ogni tipo di supporto, aiuto, consulenza. per la costruzione dei progetti di vita dei loro congiunti e per la pianificazione delle garanzie per il mantenimento a lungo termine dei progetti realizzati.

Riteniamo che la capacità di fare squadra debba diventare comportamento istituzionale e caratterizzare il nostro modo di operare.

Vogliamo che disponibilità e apertura al cambiamento siano caratteristiche presenti a tutti i livelli per affrontare con successo le sfide che continuamente ci pone l’ambiente esterno.

I commenti sono chiusi